Home arrow Video Great Fight arrow 78: Armando "Mando" Ramos vs Ultiminio "Sugar" Ramos (VIDEO)

78: Armando "Mando" Ramos vs Ultiminio "Sugar" Ramos (VIDEO)

Valutazione dell'utente: ONONONONON / 7
Peggiore Il migliore 
Contributo di Daniele Sepe
giovedì, 05 giugno 2014


 



BIOGRAFIE


Armando "Mando" Ramos (15 novembre 1948,  Long Beach, California - 6 luglio 2008, San Pedro, California
) è un ex pugile statunitense di origini messicane, due volte campione mondiale dei pesi leggeri per le sigla WBA ed una volta per quella WBC.

Passa pro nel 1965, battendo per UD5 il connazionale Berlin Roberts, arrivando al suo primo match mondiale in carriera alla fine del '68, quando viene sconfitto ai punti per le cinture WBA e WBC dei pesi leggeri dal dominicano Carlos Teo Cruz, fresco vincitore del portoricano Carlos Ortiz. Si vendicherà pochi mesi più tardi, battendo Cruz per TKO11 nella rivincita e diventando a poco più di 20 anni il più giovane campione mondiale dei pesi leggeri di sempre.

Perderà il titolo nel marzo del '70 per TKO9 contro il panamense Ismael Laguna, a causa di due brutti tagli ad entrambe le arcate sopraccigliari che costrinsero il suo allenatore, il grande Jackie McCoy, a fermare l'incontro, fallendo un'altra opportunità per il titolo un anno e mezzo più tardi, nel novembre del '71, contro lo spagnolo Pedro Carrasco, quando verrà squalificato al nono round dopo aver mandato l'avversario al tappeto per ben 4 volte. Si vendicherà anche in questa occasione, sconfiggendo il pugile andaluso per SD nei due successivi match e conquistando per la seconda volta il titolo mondiale dei pesi leggeri per la sigla WBA, titolo che perderà subito dopo per mano del messicano Chango Carmona che lo punirà severamente in 8 round.
Tornerà sul ring per altre 10 volte, in sovrappeso e irrimediabilmente provato da una lunga serie di vizi conseguenti all'incredibile popolarità raggiunta fin dalla giovanissima età, vincendone solo 4 ed abbandonando l'attività nel '75, a 27 anni, con lo score di 37 vittorie, di cui 23 prima del limite, 11 sconfitte ed un pari.
Pugile altamente spettacolare, "Mando" Ramos è stato uno dei primi atleti di origini ispaniche a diventare celebre negli Stati Uniti, attirando ad ogni suo incontro un incredibile numero di spettatori tra cui molte celebrità dello spettacolo ed arrivando a guadagnare per ogni match delle cifre che al tempo sembravano impensabili per un pugile. Tecnicamente eccellente, dotato di un'ottima difesa e di una discreta potenza, ha combattuto ben 27 dei suoi 49 incontri al  Olympic Auditorium di Los Angeles, la sua seconda casa, rienpiendolo in quasi ogni occasione ed affrontando in carriera, oltre ai campioni già citati, anche il giapponese Hiroshi Kobayashi (2 volte campione mondiale dei superpiuma) ed il cubano-messicano "Sugar" Ramos (2 volte campione mondiale dei piuma) nel match di cui vi parleremo in questa puntata.
É morto nel 2008 per cause naturali, dopo essere uscito dal tunnel dell'alcool e della droga agli inizi degli anni '80 (grazie soprattutto all'aiuto della moglie) ed aver visto due suoi fratelli morire per overdose di eroina. É stato anche il fondatore della B.A.A.D. (Boxing Against Alcohol and Drugs), un'associazione no-profit che si occupa dei problemi causati dall'abuso di sostanze stupefacenti e superalcolici, spendendo egli stesso molto del suo tempo per raccontare ai ragazzi la sua drammatica esperienza di vita.


Ultiminio "Sugar" Ramos (2 Dicembre 1941, Matanzas, Cuba) è un pugile cubano che dal 1961 in poi ha combattuto in Messico in seguito alla salita al potere nell'isola caraibica di Fidel Castro e la conseguente abolizione del pugilato prefessionistico,  ex campione del mondo dei pesi piuma e membro della International Boxing Hall of Fame di Canastota.
Nel 1963 vince il titolo mondiale dei pesi piuma per le sigle WBA e WBC, grazie alla vittoria ottenuta per RTD10 ai danni dell'americano Davey Moore che a seguito delle ferite riportate morirà due giorni dopo l'incontro, titolo che perderà per mano del suo grande rivale, il messicano Vicente Saldivar, per RTD12 l'anno seguente.
La drammatica circostanza della morte di Moore causò non pochi problemi al giovane Ramos, facendogli rivivere gli stessi angoscianti momenti che aveva già vissuto ad inizio carriera, quando appena sedicenne, al 12° match da pro, rimase sconvolto dalla morte di un suo avversario sul ring, il connazionale Jose Blanco.
Combatterà altre due volte per un titolo mondiale, entrambe contro il grande Carlos Ortiz, venendo sconfitto la prima in modo molto discutibile per TKO al 5° round, quando l'arbitro Billy Conn prima si rese protagonista di un conteggio lunghissimo in favore di Ortiz per poi fermare il match in maniera troppo frettolosa a causa di un taglio sopra l'occhio di Ramos, le seconda senza alcuna recriminazione a causa di un TKO alla 4° ripresa in casa del suo avversario.
Continuerà con il pugilato fino al 1972, per poi ritirarsi definitivamente con lo score di 55 vittorie di cui 40 prima del limite, 7 sconfitte e 4 pareggi.



IL MATCH

Giovedì 6 Agosto 1960, Olympic Auditorium, Los Angeles, California, USA

A pochi mesi dalla sconfitta contro il panamense Ismael Laguna causata da due bruttissimi tagli alle arcate sopraccigliari, lo statunitense di origine messicana "Mando" Ramos affronta il cubano "Sugar" Ramos per guadagnarsi un'altra chance per combattere per il titolo detenuto dal pugile centroamericano.
Un match sulla carta equilibrato, a causa della scarsa attitudine alla vita di atleta di "Mando" e per le eccellenti qualità di "Sugar", un ex campione mondiale ormai sul viale del tramonto che in carriera ha combattuto oltre 60 incontri da professionista, una sfida tra due pugili molto diversi tra loro guidati all'angolo da due trainer che hanno scirtto pagine memorabili della storia del pugilato, Jackie McCoy da un lato ed  Angelo Dundee dall'altro.
"La Notte dei Ramos" o "la Guerra dei Ramos", un incontro schedulato sui 10 round passato alla storia come uno dei più avvincenti mai combattuti, una battaglia "testa a testa" purtroppo poco conosciuta al grande pubblico che non mancherà di emozionarvi e che vi farà innamorare di questi due talenti tra più puri in circolazione negli anni '60.
Buona visione!




_

< Precedente Successivo >

Menu Principale

Home Ricerca Entrata WEB TV

Accesso Utente





Non hai ancora un Profilo? Crea Profilo

 

lunedì, 23 ottobre 2017
Valid XHTML 1.0 Transitional!CSS Valido!