Home arrow Video Great Fight arrow 77: George Foreman vs Michael Moorer (VIDEO)

77: George Foreman vs Michael Moorer (VIDEO)

Valutazione dell'utente: ONONONONOFF / 8
Peggiore Il migliore 
Contributo di Daniele Sepe
venerdì, 20 giugno 2014


  
 

 

BIOGRAFIE


George Edward Foreman (10 gennaio 1949, Marshall, Stati Uniti) è un ex pugile statunitense, campione olimpico tra i pesi massimi a Città del Messico '68, campione del mondo nella stessa categoria in due differenti occasioni e riconosciuto dai migliori analisti come uno dei pugili più forti della storia della boxe.

Soprannominato "Big George", dopo un infanzia turbolenta inizia col pugilato all'età di 17 anni, arrivando a 19 a conquistare la medaglia olimpica e concludendo le fatiche in caschetto e canottiera col record di 22 vittorie e 4 sconfitte.
Passa professionista nel '69, inanellando una serie impressionante di vittorie che lo porterà nel 1973 a combattere per il titolo dei pesi massimi contro il campione Joe Frazier a Kingston, in Giamaica, distruggendo il più quotato rivale, anch'egli imbattuto, in soli due round e facendogli toccare il tappeto per ben 6 volte. Difenderà il titolo per due volte, contro il poco conosciuto Jose Roman e contro il grande Ken Norton, prima di perderlo contro l'immenso Muhammad Ali in uno degli avvenimenti sportivi più famosi della storia, The Rumble in the Jungle, il 30 ottobre del 1974 a Kinshasa, in Zaire.

Dopo la sconfitta di Kinshasa  Foreman attraversa un lungo periodo di depressione, tornando sul ring solamente nel 1976 quando in un incontro emozionante sconfigge al quinto round il pericoloso connazionale Ron Lyle, per poi incontrare nuovamente Joe Frazier imponendosi anche in questa occasione prima del limite al quinto round.
Dopo alcuni match poco impegnativi nel '77 arriva il turno dell'americano Jimmy Young, un pugile non molto potente ma molto veloce, che sorprendentemente riesce ad imbrigliarlo per 12 round battendolo così ai punti, in quello che sarà il suo ultimo match della sua prima parte di carriera.
Decide di tornare sul ring esattamente 10 anni dopo,  tra lo scetticiscmo generale ed all'età di 38 anni, combattendo mediamente quasi ogni due mesi ed arrivando, nel 1991, ad incontrare Evander Holyfield per le cinture mondiali WBA, WBC ed IBF dei pesi massimi detenute dal campione residente ad Atlanta. Perderà ai punti, stesso risultato con cui nel '93 verrà battuto da Tommy Morrison per la cintura mondiale WBO, prima di conquistare finalmente l'agognato traguardo iridato il 5 nvembre del 1994, quando sconfigge il campione dei pesi massimi WBA ed IBF Michael Moorer, nel match protagonista di questa puntata, alla veneranda età di 45 anni e 9 mesi.
Si ritirererà definitivamente nel novembre del 1997, dopo la sconfitta subita per mano del connazionale Shannon Briggs, concludendo le fatiche da professionista col record di 76 vittorie di cui 68 prima del limite, e 5 sconfitte.

Considerato all'unanimità come uno dei picchiatori più feroci della storia della boxe, ha combattuto nella sua carriera anche contro George ChuvaloDwight Muhammad QawiBert CooperGerry CooneyPierre CoetzerLou Savarese.
Padre di 12 figli (i suoi 5 maschi si chiamano tutti George: George Jr., George III, George IV, George V e George V), è stato nella sua vita, oltre che un imprenditore di successo, anche pastore di una chiesa di Houston, in Texas, aprendo nella stessa città un centro di assistenza giovanile che porta il suo nome, il "George Foreman Youth Center".
É un membro della World Boxing Hall of Fame, dell'International Boxing Hall of Fame, ed è stato nominato dal magazine The Ring come uno dei 25 pugili più forti degli ultmi 80 anni, la stessa rivista che lo ha classificato al  nono posto tra i migliori picchiatori di sempre e che ha eletto tre dei suoi incontri, quello contro Frazier del '73, quello contro Ali del '74 e quello contro Lyle del '76, come Fight of the Year.


Michael Lee Moorer (12 novembre 1967,  Brooklyn, Stati Uniti) è un ex pugile statunitense, uno dei quattro nella storia del pugilato (insieme a Muhammad Ali, Evander Holyfield e Lennox Lewis) ad aver vinto una cintura mondiale dei pesi massimi in 3 diverse occasioni ed un dei quattro ad aver vinto il titolo mondiale (insieme a Bob Fitzsimmons, Michael Spinks e Roy Jones, Jr.)  sia tra i  light-heavyweight che tra i massimi.
Inizia col professionismo a marzo del 1988, all'età di 20 anni, arrivando dopo 9 mesi, in dicembre e dopo 11 incontri vinti, a conquistare il primo mondiale in carriera, quello dei light-heavyweight per la sigla WBO (campione inaugurale), battendo il giordano Ramzi Hassan per TKO5.
Difende il titolo per nove volte, decidendo quindi di salire di categoria nel '91 e passare nei pesi massimi, arrivando nel maggio del '92 a sfidare per il vacante titolo WBO della categoria regina il connazionale Bert Cooper, in un match bellissimo che troverete più avanti in classifica, titolo che abbandonerà subito dopo.
Il 22 Aprile del 1994 avrà un'altra chance per il titolo, contro il campione WBA ed IBF  Evander Holyfield, vincendo per MD dopo essere andato al tappeto nel 2° round e conquistando il suo terzo titolo mondiale, titolo che perderà contro Foreman nel match che vi racconteremo tra poco.
Nel '96 conquisterà il mondiale per la quarta volta, sempre tra i massimi e questa volta nella vacante versione IBF, sconfiggendo per SD il tedesco Axel Schulz, difendendendo la cintura due volte prima di perderla nel rematch sempre contro Holyfield,  chiudendo la carriera con lo score di 52 vittorie, di cui 40 prima del limite, 4 sconfitte ed un pari.
Decide quindi di ritirarsi, per poi tornare sul ring tre anni più tardi, nel 2000, ed appendere i guantoni al chiodo definitivamente nel 2008. In carriera ha combattuto, oltre ai campioni già citati, anche contro James "Bonecrusher" SmithFrans BothaDavid TuaVassiliy Jirov, vantando il primato di essere stato il primo pugile mancino a vincere un titolo mondiale tra i pesi massimi.

 

Il MATCH

Sabato 5 Novembre 1994, MGM Grand, Las Vegas, Nevada, USA

Michael Moorer, campione mondiale WBA ed IBF, dopo aver rifiutato l'unificazione delle cintura col campione WBC Lennox Lewis sceglie come sfidante il grande George Foreman, pugile popolarissimo che nella sua seconda vita sportiva sta dimostrando di poter essere comunque competitivo nonostante la sconfitta nel match precedente per il titolo mondiale WBO contro Tommy Morrison.
Un incontro di difficile interpretazione: da un lato il giovane Moorer, già campione nella categoria inferiore, che nel match contro Cooper ed Holyfield aveva dimostrato di avere qualche problema a digerire le bordate di gente con le mani pesanti, dall'altro un pugile non più nel suo prime dotato di una potenza tra le più spaventose della storia del pugilato.
Gioventù contro esperienza, velocità contro potenza, ed una notte magica che consegnerà all'immortalità uno dei campioni più amati di sempre e che siamo lieti di riproporvi nella più rara versione in HD. Un classico che non passerà mai di moda, ed un KO meraviglioso tra i più famosi all-time.
Bello, bellissimo, da vedere e da rivedere!



 


 

_

< Precedente Successivo >

Menu Principale

Home Ricerca Entrata WEB TV

Accesso Utente





Non hai ancora un Profilo? Crea Profilo

 

martedì, 28 marzo 2017
Valid XHTML 1.0 Transitional!CSS Valido!