Home arrow Boxe italiana arrow A Fiumicino assalto al mondiale Silver WBC per Emiliano Marsili

A Fiumicino assalto al mondiale Silver WBC per Emiliano Marsili

Valutazione dell'utente: ONONONONON / 3
Peggiore Il migliore 
Scritto da Gianpiero Fasciano
martedì, 28 luglio 2015


Sabato 01 agosto allo Stadio Comunale “Cetorelli” di Fiumicino andrà in scena uno degli eventi pugilistici più importanti degli ultimi anni sul territorio italiano. E’ stato definito da molti addetti ai lavori il “match del decennio” e vedrà di fronte l’ex campione europeo dei pesi leggeri Emiliano Marsili (30-0-1) ed il messicano Gamaliel Diaz (38-12-3), già campione mondiale WBC dei pesi super piuma nel 2012. Il match sarà valido per il titolo mondiale silver WBC dei pesi leggeri e la riunione sarà organizzata dalla neonata TM Promotion di Federico Zampaglione in collaborazione con la OPI 2000 di Salvatore Cerchi.
 

Non siamo soliti vantarci per il nostro lavoro presso questa redazione, ma questa volta possiamo affermare senza temi di smentita di essere stati i primi a dare la notizia di questo match (era il 22 maggio quando lo annunciamo) con tanto di dichiarazione di Marsili, quando altre testate nazionali per mesi non ne hanno parlato.

Ma come è nostra consuetudine andiamo a conoscere in dettaglio i due contendenti e conoscere le loro carriere.
 

Partiamo da Gamaliel Diaz detto "El Plátano" nato 34 anni fa in Messico dove risiede tutt’oggi. Il pugile messicano ha esordito nel 1998 all’età di 17 anni e, dopo un inizio di carriera modesto (5 sconfitte su 15 incontri) ha conquistato nel 2004 la cintura WBC FECARBOX dei pesi piuma, titolo che ha difeso in altre due circostanze.
 

Quindi Diaz ha iniziato a combattere fuori dal Messico, prima in Giappone dove ha ottenuto due convincenti vittorie e poi negli USA quando ha conquistato in maniera del tutto inaspettata il titolo NABF dei pesi piuma contro l’ottimo combattente Robert Guerrero (33-3-1), pugile che sarà più avanti campione mondiale IBF dei pesi piuma e dei pesi super piuma, oltre campione interim di altre sigle mondiali. Forse una delle vittorie più importanti della carriera del pugile messicano. Dopo questo match Gamaliel Diaz tra il 2007 ed il 2008 ha avuto due opportunità per il titolo mondiale, prima per il WBC dei pesi piuma contro Jorge Linares (38-3-0) e poi per il WBC dei pesi super piuma contro Humberto Soto (65-8-2), ma in entrambe le occasioni è stato sconfitto prima del limite.
 

Nel 2010 per "El Plátano" è arrivato prima il titolo interim WBC Continental America dei pesi leggeri e successivamente la cintura WBC Caribbean Boxing Federation (CABOFE) dei pesi super piuma, titolo che Diaz ha difeso ben 8 volte con pugili dallo score piuttosto discutibile. E’ il 2012 l’anno della svolta della carriera di Gamaliel Diaz che, chiamato in Giappone ad affrontare il campione in carica Takahiro Ao (27-4-1, noto alle cronache nostrane per il furto perpetrato ai danni di Devis Boschiero nel novembre 2011), ha conquistato il titolo mondiale WBC dei pesi super piuma battendo il pugile di casa per decisione unanime ai punti. Purtroppo il regno di Diaz è durato solo 6 mesi in quanto, tornato in Giappone ad aprile del 2013, è stato sconfitto per TKO al 9° round da Takashi Miura (29-2-2), attuale campione in carica.
 

Dopo la perdita del titolo mondiale, negli due anni il pugile messicano è salito di categoria ed ha combattuto solo quattro volte perdendo due volte, pareggiando una volta e vincendo un solo incontro contro un pugile dallo score negativo. L’ultima sua apparizione risale all’aprile scorso quando in California è stato sconfitto ai punti dal russo Petr Petrov (36-4-2). Il pugile centroamericano arriva al match di sabato con 38 vittorie (17 per KO), 12 sconfitte e tre verdetti di parità.


Il suo avversario, come noto, sarà Emiliano Marsili, 38 anni, pugile mancino di Civitavecchia professionista dal 2003 che attualmente può essere considerato tra i migliori pugili italiani in attività.
 

Marsili lo conosciamo tutti bene per essere stato il campione Europeo dei pesi leggeri dal 2013 fino al gennaio del 2015. “Tizzo” (questo il suo nickname) ha conquistato il titolo EBU dei pesi leggeri nel marzo 2013, quando in un derby contro Luca Giacon (26-1-0) si è imposto in un match pressoché perfetto battendo il pugile di origine spagnola per TKO al 2° round nella sua Civitavecchia. Successivamente Marsili ha difeso il titolo quattro volte nel 2014: prima contro Pasquale di Silvio (19-7-1) a gennaio (decisione unanime ai punti), poi contro Benoit Manno (14-2-0) a giugno (TKO al 6° round), poi contro l’ungherese Gyorgy Mizsei Jr (21-15-0) nel settembre 2014 (decisione unanime ai punti) e  nuovamente contro Gyorgy Mizsei Jr (21-15-0) a gennaio 2015, questa volta vincendo prima del limite (TKO al 7° round).

In passato Marsili ha conquistato la cintura WBC del mediterraneo dei pesi leggeri nel 2009 ed il titolo italiano dei pesi leggeri nel 2010. E’ possibile affermare che però che uno dei momenti più belli e forse allo stesso tempo più difficili della carriera del campione è datato gennaio del 2012 quando Emiliano Marsili sul ring di Liverpool sconfisse il temibile inglese Derry Mathews (38-9-2, attuale campione interim WBA dei pesi leggeri) per TKO al 7° round in un match esemplare valido per il titolo vacante IBO (International Boxing Organitazion). Purtroppo però, poiché la federazione pugilistica IBO non è riconosciuta in Italia, Marsili venne incredibilmente squalificato per alcuni mesi dalla Federazione Pugilistica Italiana che, oltre a fargli perdere titolo italiano e titolo IBO, lo terrà lontano dal ring fino al settembre del 2012. Marsili però ha supererà alla grande quella brutta parentesi sportiva conquistando il titolo europeo dei pesi leggeri e restando per ben due anni sul tetto d’Europa come campione indiscusso. Emiliano Marsili arriva al match di sabato da imbattuto con 31 vittorie ed 1 pareggio, uno score realmente invidiabile.
 

Inutile affermare che il match sarà di un livello tecnico molto alto e vedrà di fronte due ottimi pugili con una grande esperienza pugilistica internazionale alle spalle. Sicuramente l’incontro, oltre che per il titolo WBC Silver dei leggeri, sarà valido come eliminatoria al titolo mondiale WBC ed il vincitore avrà di diritto la chance al titolo assoluto contro il campione in carica Jorge Linares (38-3-0).
 

Questa volta non faremo pronostici, vogliamo semplicemente vedere Emiliano Marsili uscire vincitore dal match di sabato dallo stadio di Fiumicino con la cintura Silver WBC al cinto! Abbiamo visto Marsili allenarsi sotto la guida le maestro Massai ed il suo stato di forma è ottimale, forse il miglior momento sportivo per la carriera del pugile di Civitavecchia. Solo per onor di cronaca, invece, segnaliamo che il pugile messicano anziché allenarsi con l’intensità che un match di questo livello merita, si è lasciato andare negli ultimi giorni a banali provocazioni “social”, lanciando proclami di misero livello sulla una sua facile vittoria.
 

Tornando alla riunione di Fiumicino chi vorrà vedere l’evento dal vivo può acquistare i biglietti sul sito www.boxofficelazio.it e nei punti vendita indicati nello stesso sito. Nel sotto clou combatteranno anche Mirko Larghetti (23-1-0), già campione dell'Unione Europea e sfidante mondiale WBO al limite dei pesi massimi leggeri, il campione italiano dei pesi medio massimi Orial Kolaj (15-5-0), il peso leggero Carel Sandon (17-1-0) e l'ex campione italiano Matteo Modugno (16-0-0).
 

Il match tra Marsili e Diaz sarà trasmesso in diretta su Deejay TV (canale 9 del digitale terrestre o canale 145 bouquetSky) che già da tempo ha stretto un accordo commerciale con la Lega Pro Boxe per trasmettere ogni sabato i più importanti appuntamenti pugilistici italiani ed internazionali. Oltre che in Italia l’incontro sarà trasmesso in diretta in America Latina, Australia e Nuova Zelanda grazie all’accordo della TM Promotion con l’emittente ESPN International; invece per la Polonia sarà il canale Fightklub a mandarlo in onda sempre in diretta. Come se non bastasse, l'incontro sarà programmato in differita in altri 42 paesi, che si sono affrettati a pagare somme ingenti per procurarsi i diritti.
 

Da appassionati di pugilato ci auguriamo di vedere un grande incontro che possa essere davvero il “match del decennio” e rilanciare la Nobile Arte in Italia. Ci aspettiamo che tutti gli appassionati sportivi saranno virtualmente “attaccati” alla TV a tifare per il nostro portabandiera e, da tutta la redazione di boxenews.com, formuliamo un grande in bocca la lupo ad Emiliano "Tizzo" Marsili.

_

< Precedente Successivo >

0 Commenti

Non vi sono commenti. Sii il primo a commentare questo articolo!

Inserisci un commento
Non verrà pubblicata

Notificami via e-mail le risposte
Ortografia Ortografia

Menu Principale

Home Ricerca Entrata WEB TV

Accesso Utente





Non hai ancora un Profilo? Crea Profilo

Syndicate

RSS 0.91
RSS 1.0
RSS 2.0
ATOM 0.3
OPML

 

mercoledì, 22 novembre 2017

News in evidenza

Valid XHTML 1.0 Transitional!CSS Valido!