Home arrow Pesi Massimi arrow Deontay Wilder affronta Artur Szpilka aspettando Povetkin: sarà una serata facile per The Bronze Bomber?

Deontay Wilder affronta Artur Szpilka aspettando Povetkin: sarà una serata facile per The Bronze Bomber?

Valutazione dell'utente: ONONONONON / 3
Peggiore Il migliore 
Scritto da Mario Salomone
venerdì, 15 gennaio 2016

Sabato notte, presso il Barclays Center di Brooklyn (New York), negli Stati Uniti, Deontay "The Bronze Bomber" Wilder (34-0-0, 33 KO) si cimenterà nella terza difesa volontaria consecutiva del titolo mondiale di sigla WBC dei pesi massimi conquistato un anno fa. Ad affrontarlo ci sarà questa volta il polacco Artur "The Pin" Szpilka (20-1-0, 15 KO).

 

Che un ente mondiale conceda ad un pugile ben tre difese volontarie tenendo in standby il legittimo sfidante ufficiale per più di un anno è qualcosa di davvero sconcertante. Fin troppo facile è intuire le ragioni del comportamento della WBC: Wilder è americano e l'assenza di un peso massimo statunitense dalle sfide che contano si è prolungata per troppo tempo. Occorre tutelare il ragazzone dell'Alabama e monetizzare il più possibile prima di esporlo a seri pericoli. E così dopo ben 34 match e 7 anni di professionismo The Bronze Bomber è ancora un oggetto misterioso avendo affrontato fino ad oggi un unico singolo avversario davvero impegnativo, ovvero l'haitiano Bermane Stiverne, in un match però falsato in parte dalle condizioni di salute di quest'ultimo.

 

Wilder ha messo in mostra sin qui una potenza devastante che gli ha consentito di esibirsi in numerosi KO spettacolari (quello su Liakhovich il più terrificante) ma ha anche lasciato insoluti diversi punti di domanda legati alla sua coordinazione apparsa spesso mediocre e alle sue doti difensive che l'hanno fatto sorprendere anche da pugili non certo trascendentali come Eric Molina. Per quanto abbia fatto di tutto per salvaguardarlo tuttavia ben presto anche la WBC dovrà decidersi a porre fine alla pantomima e a porlo di fronte alla fatidica prova del nove.

 

Prova del nove che difficilmente potrà però essere incarnata dal pur coraggioso Szpilka, pugile dotato di uno stile divertente ed audace ma che non dovrebbe impensierire il detentore del titolo. Il polacco ha infatti diverse lacune che paiono fatte apposta per esaltare le doti di Wilder come, in particolare, una scarsa tenuta ai colpi e una guardia se non del tutto assente, quantomeno ballerina. Szpilka ha rischiato grosso già in alcuni match di inizio carriera contro collaudatori impresentabili facendosi sorprendere a braccia basse durante le sue sfuriate prolungate. Epica quanto tecnicamente rivedibile è stata poi la duplice sfida contro l'americano Mike Mollo con The Pin vincitore di entrambi i confronti ma costretto a subire un totale di tre atterramenti in quelle che furono autentiche lotte all'arma bianca. L'unico pugile di livello medio-alto affrontato, ovvero Bryant Jennings, lo ha invece pesantemente ridimensionato dominando l'incontro e chiudendo con un perentorio KO.

 

Da allora Szpilka è riuscito a tornare in sella piuttosto bene sconfiggendo in un derby un Tomasz Adamek ormai sul viale del tramonto e dimostrando se non altro in tale circostanza di aver imparato la lezione affidandosi ad una strategia tattica meno spregiudicata. Dopo altre tre vittorie di poco conto ecco dunque giungere la grande chanche.

 

In virtù del consistente vantaggio in altezza e in allungo e tenendo conto degli ultimi match disputati, è presumibile che Wilder inizierà il match muovendosi molto e cercando di tenere a bada il rivale con i colpi diretti. Szpilka naturalmente non potrà fare a meno di rischiare per poter "toccare boccia" e se non subito ben presto si butterà nella mischia roteando le braccia e cercando disperatamente il colpo della domenica. Tale scenario condurrà a mio parere ad un epilogo anticipato poiché la mascella fragile dello sfidante e la potenza brutale del campione sono un mix che difficilmente potrà condurre ad esiti imprevedibili. Vedo Wilder vincente per KO entro la quarta ripresa.

 

Qualunque sia l'esito della sfida c'è da augurarsi che il vincitore venga immediatamente obbligato ad affrontare il russo Alexander Povetkin da troppo tempo tenuto in attesa e assolutamente meritevole di un nuovo tentativo iridato.


Foto tratte da boxrec.com 

_

< Precedente Successivo >

0 Commenti

Non vi sono commenti. Sii il primo a commentare questo articolo!

Inserisci un commento
Non verrà pubblicata

Notificami via e-mail le risposte
Ortografia Ortografia

Menu Principale

Home Ricerca Entrata WEB TV

Accesso Utente





Non hai ancora un Profilo? Crea Profilo

 

venerdì, 24 febbraio 2017
Valid XHTML 1.0 Transitional!CSS Valido!