Home arrow Storie di Campioni arrow Chi ha ucciso Davey Moore?

Chi ha ucciso Davey Moore?

Valutazione dell'utente: ONONONONOFF / 6
Peggiore Il migliore 
Scritto da Leonardo Pisani
giovedì, 21 gennaio 2016

David Schultz Moore, meglio conosciuto come Davey Moore, nacque il 1 novembre 1933 a Lexington, nel Kentucky, ma ha sempre vissuto a Springfield nell'’Ohio; soprannominato “il fucile di Springfiel”d vinse il titolo mondiale dei piuma nel 1959 sconfiggendo alla tredicesima ripresa il forte nigeriano Hogan Kid Bassey e mantenne il titolo fino al 21 marzo 1963, una data che è entrata sia nella storia del pugilato che in quella della musica, per un avvenimento tragico. In 10 anni di carriera Moore sostenne 67 incontri con 59 vittorie (30 prima del limite), 7  sconfitte ed un pari.

 

Non fu un campionissimo ma un ottimo pugile, dotato di buona tecnica, buon pungo e immenso coraggio. Un peso piuma naturale. Alto circa 159 cm, Davey Moore vinse il titolo contro Hogan Kid Bassey e lo difese 5 volte contro lo stesso Hogan Kid Bassey, due volte contro Takayama, Danny Valdez ,Olli Maki infine contro Sugar Ramos il 21 marzo 1963. Una carriera sempre ad alto livello, anche da dilettante quando vinse nel 1951 i Golden Gloves come peso gallo e nel 1952 il torneo AAU tournaments. Poi alle olimpiadi di  Helsinki venne eliminato dal coreano Joon Ho Kong ai quarti di finale. 

 

Passato al professionismo Moore si fece valere subito, con tante vittorie e rare sconfitte mostrando da subito la sua propensione a combattere ovunque, anche all’'estero: Messico, Panama, Cuba, Canada, Gran Bretagna, Giappone, Finlandia, Venezuela dove affrontò un avversario ben più pesante ed in casa sua, Carlos Morocho Fernandez che conquistò il titolo mondiale dei super leggeri battendo Eddie Perkins per poi perderlo contro il nostro Sandro Lopopolo.

Davey Moore dopo la conquista del mondiale contro Hogan Kid Bassey, sostenne anche una tourneè nel Vecchio Mondo, affrontando senza titolo in palio i migliori piuma europei nel 1961 battendo sonoramente a Parigi il campione europeo Gracieux Lamperti, a Madrid il terribile picchiatore Fred Galiana nella categoria dei leggeri, sconfitto per kot alla quarta ripresa, e recandosi infine in Italia a Roma dove diede una lezione al talentuoso Raimondo Nobile in 10 riprese, un errore che costò la carriera futura all’'italiano, ottimo boxer ma ancora acerbo per il fuoriclasse americano. Davey Moore combatté anche con un’ altro italiano, l'’ottimo Sergio Caprari a Caracas nel febbraio 1960, una vittoria dello statunitense per kot all'ottava ripresa. Poi la tragedia. 

 

Era il 21 marzo 1963, erano in palio le cinture WBA e WBC, insomma la riunificazione mondiale del titolo dei pesi piuma, di fronte i due migliori piuma: Sugar Ramos il cubano e Moore il nero del Kentucky nato il 1 novembre 1933. Aveva solo trent'’anni Davey, coraggioso, buon colpitore ma anche tecnico. Doveva essere un combattimento duro e lo fu; si pensi che Moore nel marzo 1960 vinse un match contro Bob Gassey alla prima ripresa, a seguito di un KO che costò a Gassey la perdita di tutti i denti meno due. L'incontro si tenne a Los Angeles e venne trasmesso dalla televisione nazionale. L'atmosfera nello stadio come raccontano i cronisti era calda ed elettrica per l'attesa, il suono dei tamburi riempiva l'aria e gran parte della folla essendo latino americana tifava per il  cubano Ultiminio "Sugar" Ramos, tutti i portoricani, i costaricani, i tanti  messicani e ovviamente i cubani venuti ad incoraggiare il loro connazionale. Entrambi i combattenti avevano pugno e coraggio, nonchè uno stile aggressivo: guerra fu. Nel decimo round Ramos scagliò un potente gancio destro alla testa di Moore mandandolo a cadere all'indietro sulla corda inferiore del ring che colpì con la nuca procurandosi danni irreparabili al tronco encefalico. Perse l'incontro per KO, ma fu in grado di dare una lucida intervista prima di lasciare il ring. Nello spogliatoio cadde in un coma da cui non si sarebbe mai ripreso, morendo alcuni giorni dopo. 

 

In quell'epoca vi erano già delle discussioni in corso sulla liceità del pugilato a causa della morte di Benny "Kid" Paret avvenuta un anno prima, e la morte di Moore generò un dibattito sui pericoli della boxe e sulla possibilità di vietare questo sport negli Stati Uniti. Moore morì il 25 marzo 1963. Bob Dylan gli dedico una canzone, tra le meno conosciute del suo repertorio ma molto bella che chiedeva “"Chi ha ucciso Davey Moore? Perchè, per quale motivo? Non io - dice l'arbitro - Non puntate l'indice contro di me! Avrei potuto fermare l'incontro all'ottava e forse lo avrei salvato dal suo destino. Ma la folla avrebbe protestato, ne sono sicuro. Chi ha ucciso Davey Moore? Perchè, per quale motivo? Non io - dice il giornalista sportivo mentre pesta sulla sua macchina da scrivere e dice - La boxe non ha colpe c'è più rischio in una partita di football Il pugilato deve continuare è una questione di tradizione americana."

 

Anche un altro cantautore americano, Phil Ochs, scrisse una canzone sullo sfortunato pugile. Davey è entrato dunque nella leggenda, purtroppo a causa della sua morte che colpì molto l'’opinione pubblica americana, che si scatenò contro la boxe: era ancora vivo il ricordo della tragica fine di Benny Paret contro Emile Griffith.

 

Al piuma è stato dedicato per i 50 anni dalla scomparsa un parco nella sua Springfield ed una statua, opera dell'’artista Mike Major; alla cerimonia oltre la vedova Geraldine Moore partecipò anche Sugar Ramos, protagonista incolpevole della tragedia: la signora Moore lo ha voluto presente, un gesto da ammirare e di profonda umanità: nessun rancore.


Tratto da: http://leonardopisani.blogspot.it  





Ecco a voi le due canzoni citate nell'articolo:


Who killed Davey Moore - Bob Dylan 




Davey Moore - Phil Ochs


 

_

< Precedente Successivo >

0 Commenti

Non vi sono commenti. Sii il primo a commentare questo articolo!

Inserisci un commento
Non verrà pubblicata

Notificami via e-mail le risposte
Ortografia Ortografia

Menu Principale

Home Ricerca Entrata WEB TV

Accesso Utente





Non hai ancora un Profilo? Crea Profilo

 

mercoledì, 26 luglio 2017
Valid XHTML 1.0 Transitional!CSS Valido!