Home arrow Pesi Massimi arrow Granat travolge Rill: primo vero test superato dal massimo svedese

Granat travolge Rill: primo vero test superato dal massimo svedese

Valutazione dell'utente: ONONONONON / 3
Peggiore Il migliore 
Scritto da Mario Salomone
domenica, 16 ottobre 2016

Ieri sera, presso la Wilhelmsburg di Amburgo, in Germania, lo svedese Adrian "The Pike" Granat (14-0-0, 13 KO) ha messo fuori combattimento al sesto round il tedesco Franz "Frankie" Rill (13-2-0, 9 KO) conquistando in questo modo il titolo internazionale IBF dei pesi massimi che Rill aveva fatto suo il 24 giugno ai danni del nostro Salvatore Erittu.

 

C'era molta curiosità tra gli addetti ai lavori in vista del primo vero test probante di questo prospect svedese dal fisico statuario che fino a ieri aveva battuto pugli di scarso spessore. La prova è stata superata a pieni voti: al di fuori di un primo round un po' timido infatti Granat ha sempre avuto in mano le redini del match chiudendo i conti non appena si è presentata l'occasione giusta.

 

Rill aveva iniziato bene azionando il proprio jab molto veloce e costringendo il più alto rivale a difendersi nel corso dei primi tre minuti, ma ben presto ha pagato la propria forma atletica deficitaria, iniziando a respirare con la bocca visibilmente aperta e intervallando le azioni offensive con pause prolungate.

 

Granat è stato estremamente freddo nel difendersi con attenzione dalle sfuriate dell'avversario per poi scatenare il proprio potenziale offensivo ogni volta che quest'ultimo si fermava spalle alle corde dandogli bersaglio facile. Particolarmente efficace e bello a vedersi è risultato il gancio sinistro dello svedese, portato spesso dopo aver fintato il jab in modo da arginare la guardia del tedesco.

 

Poco a poco le reazioni di Rill alla pressione di Granat sono diventate più sporadiche e durante la sesta ripresa, quando il tedesco si è fermato ancora una volta appoggiandosi alle corde, Granat ha esploso un gancio destro violento seguito da una rapida combinazione a due mani facendo crollare il rivale a terra e determinando l'immediato e sacrosanto stop arbitrale.

 

Per quanto Rill rappresentasse l'avversario migliore della fin qui breve carriera del peso massimo svedese, altri test dovranno essere superati prima di poter puntare ai migliori della categoria: ad oggi Granat appare ancora troppo scolastico e rigido per potersi misurare con i vertici, ma la giovane età (25 anni) è certamente dalla sua parte e i margini di miglioramento potrebbero essere davvero ampi.

_

Successivo >

0 Commenti

Non vi sono commenti. Sii il primo a commentare questo articolo!

Inserisci un commento
Non verrà pubblicata

Notificami via e-mail le risposte
Ortografia Ortografia

Menu Principale

Home Ricerca Entrata WEB TV

Accesso Utente





Non hai ancora un Profilo? Crea Profilo

 

sabato, 19 agosto 2017
Valid XHTML 1.0 Transitional!CSS Valido!